Buone feste!

Ci teniamo a ringraziare tutti quanti hanno partecipato agli incontri di questa prima stagione: i nostri fantastici relatori, e soprattutto la straordinaria famiglia di appassionati del meraviglioso che si è creata ai raduni nella wunderkammer.

L’Accademia dell’Incanto vi augura buone feste, e vi dà appuntamento all’anno prossimo!

Share Button

Fantasmagoriana e gli altri

Libri incantati, raccolte di prodigi e sarabande di orrori
all’ombra della ghigliottina

Nell’estate del 1816 alcuni scrittori romantici inglesi (Lord Byron, i coniugi Shelley e John W. Polidori) si ritirarono a Villa Diodati, in Svizzera; lì ebbe luogo la celebre sfida letteraria da cui avrebbero avuto origine Frankenstein di Mary Shelley e Il Vampiro di Polidori, capolavori del gotico.
A suggerire l’idea di questa gara di storie spaventose fu un libro di racconti dell’orrore, intitolato Fantasmagoriana.

Ma Fantasmagoriana era soltanto una delle tante antologie che cercavano di sfruttare la moda del macabro e del meraviglioso, sorta a ridosso della Rivoluzione francese: sotto la maschera di pubblicazioni “educative”, tese a vaccinare il pubblico contro il veleno della superstizione, poligrafi e stampatori improvvisati — attirati a Parigi dalle nuove opportunità offerte dagli sconvolgimenti rivoluzionari — si dedicavano a dissotterrare vecchie storie di fantasmi, miracoli, prodigi e ritorni dal Purgatorio.

Partendo da queste curiose riedizioni (spesso anonime) di pamphlet e pubblicazioni di Antico Regime, Fabio Camilletti ricostruisce la connessione tra la paura, le origini della stampa di massa e il moderno.

La quota di partecipazione di 10€ a persona comprende i cocktail a tema preparati da Hendrick’s Gin.

Dalle ore 9 di domani potete prenotarvi gratuitamente alla PAGINA DELL’EVENTO. Vi aspettiamo!

Share Button

Ossa, pupazzi e scarabocchi

Le mie favole nere

È stato chiamato il “Tim Burton italiano”, ma l’appellativo non graffia che la superficie del suo lavoro: contaminando cinema, illustrazione e animazione con le fonti più inaspettate (alchimia, pseudoscienze, entomologia, antiche leggende), Stefano Bessoni rivisita l’immaginario collettivo delle favole portandone alla luce gli aspetti più grotteschi, ironici e perturbanti.

Nelle sue mani Pinocchio diventa una bambola lombrosiana, più simile a un mostro di Frankenstein delle colline toscane che a un burattino; il viaggio di Alice nel Paese delle Meraviglie si trasforma in una macabra e divertente avventura sotterranea, popolata da eccentrici personaggi in preda alle più bizzarre ossessioni…
Fra ricette per la creazione del fantomatico homunculus, riferimenti all’anatomia, alla fotografia degli albori, alle wunderkammer e a mille teorie dimenticate, le meravigliose tavole di Stefano Bessoni coniugano una profonda conoscenza dei meccanismi incantatori delle fiabe con lo sguardo di un naturalista vittoriano.
Anche i suoi lavori cinematografici, sospesi fra un’estetica che ricorda Peter Greenaway e le cupe atmosfere dei Fratelli Quay, mettono in scena lo stesso universo fantastico: per ricordarci, ancora una volta, che  tutto è favola.

La quota di partecipazione di 10€ a persona comprende i cocktail a tema preparati da Hendrick’s Gin.

Dalle ore 9 di domani potete prenotarvi gratuitamente alla PAGINA DELL’EVENTO. Vi aspettiamo!

Share Button

Le stanze dei giochi

Di fronte ai grandi misteri della vita, gli uomini hanno sempre cercato di circoscrivere la paura dell’ignoto all’interno di confini fisici: cimiteri, chiese, lazzaretti. Non sorprende quindi che 30.000 anni fa un nostro antenato abbia creato la prima “stanza del sesso” dove celebrare l’enigma più grande di tutti. È cominciata così una affascinante saga in cui gli spazi fisici e quelli mentali continuano ad alimentarsi l’un l’altro, in un viaggio psicogeografico influenzato da storia, letteratura, tecnologia, architettura, pornografia e leggende urbane che prosegue ancora oggi.

Ayzad fa fede al proprio titolo di “guida per esploratori del sesso insolito” accompagnandoci a rivivere i grandi momenti della storia dei boudoir (che, a proposito, sono nati da un perfido scherzo) aprendo le porte del luogo più segreto di tutti: la nostra anima.

La quota di partecipazione di 10€ a persona comprende i cocktail a tema preparati da Hendrick’s Gin.

Dalle ore 9 di domani potete prenotarvi gratuitamente alla PAGINA DELL’EVENTO. Vi aspettiamo!

Share Button

La magia dei libri

Prevedono il futuro, leggono nel pensiero, mutano d’aspetto al soffio, eseguono al volo calcoli complicatissimi, invadono la terza dimensione: autentici “David Copperfield di cellulosa”, sono quei libri che offrono a chi li sfoglia esperienze magiche.

Si tratta di hacked books: come avviene con i computer, manomettere fisicamente un libro amplia le sue potenzialità e gli consente di svolgere compiti insoliti e sorprendenti; un negromante direbbe che “attiva i suoi poteri magici”.
Ma se i pirati informatici sono nati da pochi decenni, i book hackers hanno ormai una storia plurisecolare, che risale alla nascita della stampa.

Mariano Tomatis, storico e teorico dell’illusionismo nonché esploratore della meraviglia intutte le sue forme, ricostruisce l’avvincente storia di questi libri in un percorso che attraversa più di cinque secoli; per scoprire come quei semplici oggetti che ognuno tiene sui propri comodini o in libreria siano da sempre strumenti per stupire e far sognare.

La quota di partecipazione di 10€ a persona comprende i cocktail a tema preparati da Hendrick’s Gin.

Dalle ore 9 di domani potete prenotarvi gratuitamente alla PAGINA DELL’EVENTO. Vi aspettiamo!

Share Button

Nueva Carne

Claudio Romo, classe 1968, è nato nella città portuale di Talcahuano, Cile.
Le sue illustrazioni fantastiche ci immergono in un mondo di confine, territorio di ibridazioni e di forme mutanti: nelle visioni di Romo, come nell’Interzona di William S. Burroughs, “nulla è vero, tutto è permesso“. Il vegetale si confonde con l’animale, il corpo umano si trasfigura in escrescenze inedite, e si può scoprire che perfino i paesaggi, le città, i pianeti non sono altro che mastodontici esseri viventi.

Partendo dallo studio dei referenti più disparati (alchimia, arte precolombiana, fantascienza, tavole anatomiche e bestiari medievali), Claudio Romo effettua un programmatico annullamento della normalità: in una realtà fluida — impossibile da fissare perché in continua ebollizione — anche i confini tra noi e il “mostruoso” vengono a cadere una volta per tutte.

La quota di partecipazione di 10€ a persona comprende i cocktail a tema preparati da Hendrick’s Gin.

Dalle ore 9 di domani potete prenotarvi gratuitamente alla PAGINA DELL’EVENTO. Vi aspettiamo!

Share Button

Soprani naturali: il segreto dei castrati

La figura del “castrato” nella musica lirica ha assunto ormai i contorni della leggenda: l’acutezza della loro incomparabile voce era dovuta all’evirazione, subita prima della pubertà al fine di impedire il naturale abbassamento di tono e timbro che avviene durante la maturazione sessuale.

Vere e proprie superstar, alcuni castrati come Farinelli o Velluti vinsero ricchezze e favori presso le maggiori corti, diventando oggetto di isteriche adorazioni di massa. I più grandi compositori (Händel su tutti) scrivevano musica appositamente per i castrati più celebri, e le voci di questi “soprani naturali”, come venivano chiamati, erano le più ricercate e pagate.

Ma quale realtà si celava dietro le note angeliche che erano in grado di riprodurre?

Alberto Zanatta, antropologo dell’Università degli Studi di Padova, ha studiato l’unico scheletro intero di castrato mai rinvenuto: quello di Gaspare Pacchiarotti (1740-1821). Ha così potuto scoprire quali fossero le conseguenze della castrazione sulla salute e sulla vita quotidiana di questi artisti.

La quota di partecipazione di 10€ a persona comprende i cocktail a tema preparati da Hendrick’s Gin.

Dalle ore 9 di domani potete prenotarvi gratuitamente alla PAGINA DELL’EVENTO. Vi aspettiamo!

Share Button

Theatrum Mundi

Come e perché sono nate le “camere delle meraviglie”?

Che senso hanno oggi, come sono cambiate e quali sorprese possono ancora riservare?

Come si inizia a mettere in piedi una collezione di mirabilia?

Luca Cableri, gallerista e collezionista, ha fondato ad Arezzo Theatrum Mundi, la wunderkammer del XXI Secolo; forte della sua esperienza e di una passione ormai ventennale ci racconterà la storia di questi antesignani dei musei, e il ruolo ancora attuale che giocano nel tenere viva la meraviglia.

La quota di partecipazione di 10€ a persona comprende i cocktail a tema preparati da Hendrick’s Gin.

Dalle ore 9 di domani potete prenotarvi gratuitamente alla PAGINA DELL’EVENTO. Vi aspettiamo!

Share Button

Il viaggio dell’anima

Chi visita le “Catacombe” di Palermo, con le migliaia di mummie che ne popolano i corridoi e le pareti, non le dimentica più.
Ma quelle ospitate nel famoso cimitero dei Cappuccini non sono certo le uniche mummie siciliane: se ne ritrovano in numerose altre cripte, soprattutto nell’area del messinese ma non solo, a testimonianza di un’usanza radicata e diffusa.
Come e perché si è sviluppata questa tradizione? Che relazione aveva con l’elaborazione del lutto? Quali tecniche erano impiegate per mummificare i corpi? Quale il rapporto tra la preservazione del cadavere e il viaggio che l’anima doveva intraprendere nell’aldilà?

L’antropologo e paleopatologo Dario Piombino-Mascali, fra i maggiori esperti italiani di mummie, ci parlerà della valenza sacra delle pratiche di mummificazione nella Sicilia di epoca moderna.

La quota di partecipazione di 10€ a persona comprende i cocktail a tema preparati da Hendrick’s Gin.

Dalle ore 9 di domani potete prenotarvi gratuitamente alla PAGINA DELL’EVENTO. Vi aspettiamo!

Share Button